Regione Veneto

Storia

 

Home | Biblioteca Regolamento | SERVIZI | Catalogo

 

LA STORIA DELLA BIBLIOTECA di Saonara

 

SEDE

Via Roma, 39
35020 Saonara Tel. 049 099 6531
E-mail: saonarabib@comune.saonara.pd.it

Tel: 049.099.6531
Fecebook: Facebook.com/bibliosaonara/
 

logo bilbioteca


Dall’anno della propria istituzione che risale al lontano 1974, la Biblioteca Civica di Saonara è cresciuta costantemente fino a diventare un servizio di pubblica lettura riconosciuto e apprezzato anche al di là dei confini comunali.

Nel 1979 dalla sede provvisoria, situata nel prefabbricato adiacente la Scuola Elementare di Saonara, la Biblioteca Civica trova una collocazione esemplare nell’edificio storicamente destinato a residenza del personale della scuola ( “la casa del maestro”).

L’edificio, appositamente restaurato, fu allora progettato e arredato allo scopo di ospitare una Biblioteca di piccole dimensioni ma completa di tutti i servizi e degli spazi che si immaginava dovessero essere naturale caratteristica di questo pur giovane ma specifico servizio per la collettività.

Rispondendo pienamente alle prerogative che la legge regionale individuava e intendeva attribuire a queste strutture quali sedi di raccolte organizzate di documenti (biblioteche) ma anche, e forse soprattutto, quali centri propulsivi per un’ educazione permanente (centri culturali), la Biblioteca di Saonara si presentava nel panorama provinciale meritandosi pienamente l’appellativo di “piccolo gioiellino”.

Era una struttura a due livelli di complessivi ca.180 mq dove al primo piano si trovavano il bancone prestiti e reference, un salottino per la lettura dei periodici (emeroteca) una fonoteca con 3 punti ascolto, 2 piccole stanze-studio, tre grandi tavoli per un totale di 20 posti a sedere e, su ogni parete disponibile scaffali ad altezza d’uomo organizzati secondo la Classificazione Decimale Dewey per una fruizione libera dei libri da parte degli utenti (secondo la così detta disposizione “a scaffale aperto” ).

Al piano terra si collocava un’ampia sala pubblica adibita ad ospitare le diverse “attività culturali” (mostre, dibattiti, corsi, …), attrezzata di strumentazione audio e video e di un’apposita stanzetta blindata destinata a diventare, quasi subito, gabinetto fotografico per le attività dell’allora neonato Fotoclub.

Tutte queste opportunità sono andate via via diminuendo con il proporzionale sviluppo della richiesta di servizi più strettamente legati alla “pubblica lettura”. Cresceva la richiesta di libri così come cresceva la professionalità del personale adibito all’organizzazione dei documenti al fine di renderli il più possibile accessibili.

Contemporaneamente si sviluppava la necessità di cooperazione e uniformità di procedure con le altre biblioteche del Sistema Bibliotecario di Abano Terme del quale il Comune di Saonara, che su questa cooperazione ha sempre creduto, era stato uno dei soci fondatori.

Dopo un breve periodo durante il quale Biblioteca Civica di Saonara creò degli spazi alternativi sdoppiandosi in una succursale per ragazzi presso la frazione di Villatora (dal 1991 al 1995), la biblioteca, in vista anche della costruzione del nuovo Centro Culturale che avrebbe dovuto più adeguatamente ospitarla, tornò alla sede centrale di Saonara che, in questa occasione, estese i propri spazi fino ad occupare interamente il piano terra inglobando la stanza occupata dal vecchio ufficio di collocamento (utilizzandolo come ingresso/ufficio/archivio/bancone prestiti) e l’appartamento adiacente ora utilizzato come magazzino.

Dai lontani anni ’70 quando il nucleo di libri inventariati e indicizzati non superava le 3000 unità, la raccolta della Biblioteca è arrivata alle attuali 20.500 registrazioni del posseduto, ai circa 13.000 prestiti annui ai quali vanno aggiunte le utenze giornaliere riferite alla semplice consultazione di periodici e quotidiani (ca. 60 testate) e al costante e irrinunciabile utilizzo delle 2 postazioni internet.

Tutto ciò passando dal nostro pionieristico utilizzo del prestito automatizzato con il vecchio programma TinLib (in uso dal 1992) al recentissimo passaggio al gestionale di rete LIBERO adottato, insieme ad altri 4 comuni del Sistema di Abano Terme da questo Gennaio 2006.

Cronologia dei primi passi
 
La Biblioteca viene istituita con delibera Consigliare n. 40 del 29/05/1974 ai sensi dell’art. 14 L.R. n. 46 del 05/09/1974 ed aperta al pubblico in data 01/07/1977.
Sindaco Livio Baracco, Assessore alla cultura Silvano Borgato, Bibliotecaria Lorena Salmaso.
Il 31/05/1977 viene nominato il primo Comitato di gestione della Biblioteca, il cui insediamento ebbe luogo il 06/07/1977.
In data 25/10/1977 il Consiglio comunale di Saonara approva il regolamento della Biblioteca
Il 19/09/1977 il Sindaco Livio Baracco richiede un contributo alla Regione Veneto  motivando: “...ritiene opportuno sottolineare che il C.d.G., tenute presenti  le caratteristiche emergenti del territorio (basso grado di istruzione, assenza di qualsiasi attività e servizio di tipo creativo-culturale) si è posto l’obiettivo di avviare un processo di promozione culturale e sociale nei confronti della collettività….” Chiede pertanto un contributo per il 1978 di Lire 7.500.000 così suddiviso:
-          completamento arredo biblioteca                  Lire 1.000.000
-          acquisto libri, riviste, enciclopedie                Lire 4.000.000
-          acquisto materiale audiovisivo                                  Lire 1.000.000
-          altre attività (cineforum, teatro)                    Lire 1.500.000
Anno 1979
Sindaco Livio Baracco, Assessore alla Cultura Silvano Borgato,
Bibliotecaria Roberta Donolato. Apertura al Pubblico: 15 ore settimanali.
La biblioteca aderisce:
- alla C.E.L.Bi.V. (cooperativa libraria tra le biblioteche venete, direttore Giuseppe Dallan);
- al Consorzio Sistema Bibliotecario di Abano Terme (direttore Bruno Francisci), diventandone uno dei soci fondatori.
Anno 1980
Sindaco Livio Baracco, Assessore alla cultura Cinzia Roselli, Presidente Gianna Daniele.
Muove i primi passi anche il Fotoclub, primo presidente Romolo Cacciatori.
L’Assessore Cinzia Roselli ha dato impulso alle attività della Biblioteca:
si organizzano cineforum, centri estivi per i ragazzi delle scuole, corsi di ginnastica per adulti, iniziano i contatti con le scuole organizzando per gli alunni le visite in biblioteca e proponendo attività teatrali presso le scuole.
Iniziano i primi contatti con la compagnia di Villatora “TrentAmicidellArte”, regista Gianni Rossi e con il “Gruppo Corale Flauti Dolci” di Villatora, maestro Gabriele Brunoro.
La Bibliotecasi fa anche tramite per l’acquisto di abbonamenti per gli spettacoli al teatro Verdi di Padova, servizio utilizzato da circa 20 giovani.
Anno 1982
Sindaco Fulgido Forin, Assessore Cinzia Roselli, Presidente Gianna Daniele. Bibliotecaria Roberta Dondolato.
A stimolo c’è anche un gruppo di giovani contestatori denominato “Gruppo Socio-Culturale”  che richiede un concerto Rock approvato poi dal Comitato di Gestione e tenutosi il 20/06/1982 presso il locale all’aperto della Trattoria Al Bosco di Saonara e che vede come artista protagonista  Joe Squillo e il suo gruppo “Caos Rock”.
Alla fine del 1982 scade il mandato del primo Comitato di Gestione.
Anno 1983
Sindaco Fulgido Forin, Assessore alla cultura Cinzia Roselli.
Bibliotecaria Roberta Dondolato.
Viene nominato il nuovo Comitato di Gestione ed eletta Presidente Gianna Daniele.
Il 13 marzo 1983 viene inaugurata la nuova sede della biblioteca civica; in quell’occasione il pittore Gioacchino Bragato, nativo di Saonara, espone per la prima volta nel nostro paese.
E’ proprio quest’anno che vede, per interessamento dell’Assessore Cinzia Roselli, la nuova sede della Biblioteca ospitare mostre di noti e importanti artisti padovani.
Il Fotoclub, che è una sezione della Biblioteca, mette in cantiere il suo primo concorso fotografico.
Altro importante appuntamento è il 13/11/1983, con il Concerto d’Organo presso la Parrocchiale San Martino in occasione dell’inaugurazione dopo il restauro e l’ampliamento. Organista per l’occasione la nostra concittadina Liliana Medici Turrini docente d’Organo e composizione organistica presso il Conservatorio G. Frescobaldi di Ferrara.
Anno 1984
Sindaco Fulgido Forin, Assessori alla Cultura Cinzia Roselli/Edoardo Daniele.
Presidente Gianna Daniele.
Bibliotecaria Roberta Donolato.
La stabilità della sede, di orario e di servizio hanno contribuito alla realizzazione di importanti progetti culturali. Si sente anche la necessità di meccanizzare il servizio.
Rilevante è il lavoro delle Commissioni; i soci e i membri del comitato di gestione si attivano per organizzare proposte culturali che spaziano dai corsi di fotografia, sviluppo e stampa, utilizzando il gabinetto fotografico esistente in biblioteca, mostre fotografiche dei soci del fotoclub.
Sempre nei locali della biblioteca, usufruendo dell’impianto della fonoteca si tiene un interessante corso di musica.
Oltre al corso di musica viene data piena collaborazione al gruppo corale e strumentale di Villatora e alle compagnie teatrali locali.
Di rilievo sono gli artisti ospitati in biblioteca: i pittori Tono Zancanaro e Gianni Longinotti e lo scultore Stefano Baschierato.
Proficua è la collaborazione con le scuole alle quali si offrono incontri con il Fotoclub e con il Prof. Roberto Pittarello nell’ambito della comunicazione visiva.
Oltre che con la Scuola, fattiva è la collaborazione con il gruppo anziani che trova nella biblioteca un supporto per alcune sue attività.
Anche l’informatica e la lingua inglese cominciano a interessare e a essere richiesti dagli utenti e si pensa ad attivare corsi specifici.
Anno 1985
Sindaco Livio Baracco, Assessore alla Cultura Edoardo Daniele, Presidente Gianna Daniele.
Bibliotecaria Roberta Donolato.
Anche il 1985 è ricco di iniziative.
Segnaliamo la mostra sul Tempietto dell’Immacolata di Villa Valmarana con relativa piccola pubblicazione sulla sua storia e suo recupero (a cura di Maurizio Bertogno).
Si da avvio al concorso fotografico; inoltre il Fotoclub invia a Roma la mostra fotografica “Da Padova a Venezia lungo la Riviera del Brenta” presentata presso i locali della Banca d’Italia; la mostra è accompagnata da un breve profilo turistico dei luoghi fotografati.
Sempre in ambito fotografico proseguono i corsi di fotografia di base.
Ad aprile la biblioteca ospita il noto pittore Leo Borghi mentre a luglio verranno esposte opere di grafica degli artisti Palma, Nader e Corredig.
Nell’anno si tiene anche una rassegna teatrale in collaborazione con
“30amicidell’arte”, concerti d’organo nelle parrocchiali di Saonara e Villatora.
Anno 1986
Sindaco Livio Baracco, Assessore alla Cultura Edoardo Daniele, Presidente Gianna Daniele.
Bibliotecaria Roberta Donolato.
La Bibliotecadiventa sempre più il centro propositivo ed organizzativo delle attività culturali del nostro Comune grazie al cospicuo stanziamento messo a disposizione dall’Amministrazione Comunale.
Per svolgere le molteplici attività ci si avvale del lavoro di Commissioni che all’interno del Comitato di Gestione svolgono un ottimo lavoro; danno a tutti la possibilità di partecipare attivamente alle iniziative della stessa.
Sempre attivo e propositivo l’incontro con le Scuole e gli altri gruppi che operano nella vita sociale del paese.
La Biblioteca diventa un importante punto di riferimento e un servizio molto utilizzato dai cittadini: emerge così il problema dell’informatizzazione del servizio di pubblica lettura e la necessità di creare delle succursali nelle frazioni del paese.
Anno 1987
Sindaco Livio Baracco, Assessore alla Cultura Edoardo Daniele, Presidente Gianna Daniele.
Bibliotecaria Caterina Salvagnin.
L’attività della Biblioteca prosegue sulla falsa riga degli anni precedenti.
Vista la buona accoglienza e l’interesse suscitati dalle mostre di pittori, quest’anno si decide di dare spazio agli “artisti locali”.
Il Sistema Bibliotecario di Abano Terme inizia l’informatizzazione del Consorzio Bibliotecario con previsione di estenderlo a breve a tutte le biblioteche associate.
Anno 1991
Sindaco Roberto Daniele, Assessore alla Cultura Edoardo Daniele, Presidente Luisa Salmaso.
Bibliotecari Mariarita Zanardi, Carlo Salmaso.
I contatti tra la Biblioteca e la Scuola si consolidano offrendo agli alunni “Laboratori” condotti da esperti che operano nel settore dell’infanzia e che diventano strumento di arricchimento anche per gli insegnanti.
Il Fotoclub prosegue le sue attività organizzando concorsi fotografici a livello nazionale.
Vengono attivati, a grande richiesta, corsi di Informatica.
Il 21 maggio, a Villatora, viene aperta la succursale della Biblioteca presso il primo piano del Centro Sociale nel piazzale di via XI febbraio ora p.zza Aldo Moro. Nell’occasione si organizza una preziosa mostra di Illustrazioni per l’Infanzia dal titolo “Libri, Immagini e…” allestita in collaborazione con la Direzione Didattica di Ponte San Nicolò e il Centro studi sulla letteratura infantile A. Alberti di Trieste.
Si rielegge il nuovo Comitato di Gestione.
Anno 1992
Sindaco Roberto Daniele, Assessore alla Cultura Edoardo Daniele. Presidente Luisa Salmaso.
Bibliotecarie Mariarita Zanardi, Franca Bezzon.
Il 2 Novembre 1992 inizia la gestione automatizzata dei prestiti tramite il programma TinLib. Ancora una volta la biblioteca di Saonara è tra le prime biblioteche a “rompere il ghiaccio” con un’automazione tanto attesa. Vengono eliminate le vecchie schede gialle, gioia e dolore di tanti conteggi statistici…
Anni 1994 – 1995
Sindaco Roberto Daniele, Assessore alla Cultura Renzo Romanato, Presidente Luisa Salmaso.
Bibliotecarie Mariarita Zanardi, Franca Bezzon.
Presso la sede staccata di Villatora, biblioteca dei rgazzi, si riunisce, per la prima volta, il Comitato di Gestione dei ragazzi.
Nell’Aprile del 2005, in occasione del 50° anniversario dell’eccidio tedesco di Via 28 Aprile, viene presentato il libro “Saonara, Villatora, Tombelle, Celeseo” di Alcide Salmaso.
Anno 1996
Sindaco Fabio Amato, Assessore alla Cultura Andra Buso, Presidente Luisa Salmaso.
Bibliotecarie Mariarita Zanardi, Franca Bezzon.
Viene distribuito un questionario a tutte le famiglie per poter conoscere le esigenze culturali dei cittadini di ogni età e favorire la partecipazione attiva alle attività che la biblioteca propone.
Il risultato dell’indagine evidenzia i servizi più attesi oltre al prestito dei libri:
-          gestione corsi                            13,64%
-          visite a mostre e musei            10%
-          cineforum                                    10%
-          spazi per studio personale      10%
Anno 1999
Sindaco Roberto Daniele, Assessore alla Cultura Mario Pomini, Presidente Chigliaro Simone
Bibliotecari Mariarita Zanardi, Franca Bezzon
Viene attivato il servizio di navigazione in Internet.
L’apertura al pubblico è ampliata per un totale di 28 ore.
Anni 2000
Sindaco Roberto Daniele, Assessore alla Cultura Mario Pomini, Presidente Simone Chigliaro.
Bibliotecari Mariarita Zanardi, Franca Bezzon.
La Biblioteca collabora con l’Associazione “Con Amore e con Rabbia” e con l’Istituto Comprensivo al Premio Nazionale “Tamara e Diana, insieme nel servizio al prossimo” in memoria della nostra concittadina Tamara Gobbo barbaramente uccisa con l’amica Diana Olivetti durante un’escursione in Abruzzo sui monti della Maiella.
Anno 2006
Sindaco Antonio Schiavon, Assessore alla Cultura Lorella Salviato, Presidente Luigino Giuseppe Benetazzo.
Bibliotecari Mariarita Zanardi, Luciano Serraglia.
Il 10 gennaio 2006, con altre 6 biblioteche della Rete BPA, la biblioteca di Saonara inizia l’utilizzo del software LIBERO per la gestione “in rete” dei prestiti allargati al Catalogo Collettivo Provinciale: da ora gli utenti, con una tessera unica, potranno circolare virtualmente, anche da casa, entrando nel sito www.bpa.pd.it, ed usufruire di tutte le 29 biblioteche che, via via, entreranno nella rete.
Anno 2007
Sindaco Antonio Schiavon, Assessore alla Cultura Lorella Salviato, Presidente Luigino Giuseppe Benetazzo.
Bibliotecari Mariarita Zanardi, Luciano Serraglia.
Importanti le collaborazioni: con l’Assessorato alla Cultura e con l’Associazione Cuore di Carta nella realizzazione di una ricca e fortunata serie di incontri con autori tra i quali V.M. Manfredi, Staino, Vecchioni, Roveredo e altri; con le Associazioni MontagnaViva (Ciclo “La Montagna che vive”) e Mata Cincia. Molto attese e frequentate anche le uscite in ambito al ciclo “Incontrare l’arte: in giro per Padova” e “Incontrare l’arte: contemporanea” a cura, rispettivamente, delle storiche dell’arte Michela Benetazzo e Selena Favotto.
Anni 2008 – 2010
Sindaco Andra Buso, Assessore alla Cultura Sergio Alibardi, Presidente Luigino Giuseppe Benetazzo.
Bibliotecari Mariarita Zanardi, Luciano Serraglia.
Tra le tante iniziative, ci piace ricordare l’affollata serata di presentazione del Progetto Biblioteca-Scuola 2008 “Il tocco magico di un libro” ma anche gli appuntamenti annuali con “La magia dei libri” a cura di Licia Pittarello (Ass. Dottor Clown), i cicli di incontri con l’Autore “Il Veneto che scrive, scrivere in Veneto”, le uscite d’arte a Padova e le visite al Parco Valmarana a cura del Presidente Luigino Giuseppe Benetazzo, i Corsi di fotografia di base e le “Proiezioni in dissolvenza” organizzati dal Fotoclub, le Rassegne teatrali “Andemo a Teatro” (TrentAmicidellArte), il Cinema Estate, le tradizionali uscite guidate dall’esperto Catterino Zanin all’Arena di Verona (in collaborazione con l’agenzia Germana Tour).
Sabato 19 settembre 2009 grande fermento per la  prima “BIBLIOFESTA: Biblioteca e Associazioni in festa”  con la vivace presentazione delle Associazioni Saonaresi o che lavorano ed operano in Saonara, e la cerimonia conclusiva del 1° Premio di Poesia organizzato dalla Biblioteca.
Venerdì 29 ottobre 2010: serata di premiazione del 2° Concorso di Poesia “Noi amiamo la Montagna” organizzato in collaborazione con le Associazioni ANA – Gruppo Alpini di Saonara, Montagnaviva, Fotoclub e Pentagramma.
A fine anno la Biblioteca si è trasferita presso il vicino edificio su via Roma, già utilizzato come scuola elementare, completamente rimodernato e adattato alla funzione di Biblioteca Pubblica.
torna all'inizio del contenuto