Regione Veneto

PATTO DEI SINDACI - QUANTA CO² EMETTIAMO?

Ultimo aggiornamento: Maggio 2017

In occasione dell’elaborazione del P.A.E.S.C. è stata condotta una prima analisi per valutare il  consumo di energia e le conseguenti emissioni di CO2 del territorio comunale di Saonara nel 2005, anno di riferimento per il calcolo della riduzione prevista al 2030.

Grafici Consumi Energia nel territorio di Saonara nel 2005
I dati relativi ai consumi di energia indicano che la maggior parte di questi è imputabile ai privati (famiglie e attività produttive), mentre l’Ente Comune rappresenta meno dell’1,5% del totale.
I consumi del Comune derivano in larga parte dagli edifici pubblici (riscaldamento, energia elettrica, raffrescamento estivo, illuminazione), mentre i consumi privati sono riconducibili soprattutto ai settori residenziale e industriale.
 
Se si trasformano i consumi di energia in emissioni di CO2, le proporzioni rimangono molto simili.
Grafici Emissioni CO2 nel territorio di Saonara nel 2005
 
In termini di emissioni complessive, i settori residenziale e industriale rimangono preponderanti. La maggior parte delle stesse proviene dal consumo di energia elettrica e gas metano; in misura minore da gasolio e benzina.

È evidente, quindi, che per ridurre le emissioni di CO2 del territorio saonarese bisogna intervenire soprattutto sui consumi di cittadini e imprese promuovendo, in particolare, l’efficienza energetica di edifici e impianti.

Per approfondimenti, si rimanda al capitolo 4 del PAESC.
 
torna all'inizio del contenuto